giovedì 7 marzo 2019

REVIEW PARTY: La babysitter perfetta di Sheryl Browne

Non esistono braccia più sicure delle proprie per proteggere i figli. Ma non si può stare con loro tutto il tempo. A volte è necessario affidarli a qualcuno di cui ci si possa fidare ciecamente. Trovare la persona giusta non è facile: lo sanno bene Melissa e suo marito che cercano una babysitter per le loro due meravigliose bambine. Nessuna sembra all’altezza. Nessuna è abbastanza in gamba, dolce e rassicurante. Fino a quando non incontrano Jade, che è semplicemente perfetta. Le loro figlie la adorano, vogliono sempre stare con lei, e Jade le ama come se fossero sue. Melissa non potrebbe essere più felice di così e le affida la gestione della famiglia, tornando a occuparsi del lavoro. Ma all’improvviso in casa cominciano a succedere cose strane: le bambine non sembrano più così al sicuro e Melissa ha sensazioni che non riesce a spiegarsi. Si tratta solo di piccoli dettagli, non ha alcuna prova ma sente che qualcosa non va. Decide allora di parlarne con il marito, che però non le crede: forse è solo la stanchezza per i troppi impegni, o lo spettro della depressione. Jade è l’unica che le sta vicino, l’unica che la ascolta e, giorno dopo giorno, Melissa si convince sempre di più che Jade sia stata una scelta fortunata. È davvero perfetta. Forse anche troppo. Eppure Melissa sta per scoprire che ogni perfezione nasconde una macchia, un neo, una sbavatura. Che ogni persona, anche la più gentile e altruista, ha un passato alle spalle, una cicatrice, un brutto ricordo. Che si possono proteggere le persone amate, ma non per sempre. Anche se sono i propri figli. 

RECENSIONE: 

Mark e Melissa hanno due bellissime bambine, Evie di sei settimane e Poppy di 7 anni. 
Dopo molto dolore, finalmente sono una famiglia felice e completa grazie alle due figlie tanto desiderate.

REVIEW PARTY: Ricordati di me di Karina Halle


Non aver paura di inseguire i tuoi sogni
Mi chiamo Lael Ramsey e credo di essere nei guai. Ho una cotta sin da quando ero una ragazzina. Il fatto che lui neanche mi guardasse non ha mai avuto importanza. Brad Snyder, chitarrista e cantante di una delle band più famose al mondo, era tutta la mia vita. Ho sempre trovato ingiusto che mio padre, il discografico che aveva scoperto il suo talento, avesse un così grande ascendente su di lui... L’opposto di quello che accadeva a me. E così ho cercato la mia opportunità per dimostrare chi fossi. Oggi è il giorno della mia audizione: devono rimpiazzare il bassista della band. Se avrò il lavoro, partirò per il tour e lavorerò accanto a Brad ogni giorno. C’è solo un problema: gli è stato espressamente vietato di avvicinarsi troppo alla figlia del capo. Forse, adesso che si è accorto della mia presenza, questo potrebbe rappresentare un problema…Se riesci a seguire i tuoi sogni, non c’è niente di cui tu possa aver paura «Uno dei libri che ho atteso di più e che non ha affatto deluso le mie aspettative.» «La perfetta fuga dal quotidiano. Divertente, sexy ed emozionante! Spero che questi due autori ci regalino presto altre storie.» «Adoro questi due autori insieme, davvero un libro fantastico!»

RECENSIONE:
Lael è una ragazzina di 14 anni quando insieme alla sua migliore amica, Arnie ha il permesso da suo padre di andare al concerto del suo gruppo preferito, gli Andr Then e incontrare il suo idolo: Brad Snyder cantante e chitarrista. Finito il concerto, Lael finalmente incontra Brad, peccato che l’incontro non va come l’aveva sognato, infatti come lo vede sviene...

martedì 5 marzo 2019

REVIEW PARTY: Never 2 non perdermi di Laura Kneidl


«L'unica cosa che so è che mi manchi.»
Quando Sage è arrivata a Melview, senza un tetto sopra la testa e senza un soldo in banca, aveva alle spalle un passato da scordare e davanti a sé un futuro tutto da scrivere. A chilometri di distanza da casa, sperava di realizzare i suoi sogni, i suoi desideri. E così, in fondo, è stato. L'inaspettato incontro con Luca, poi, le ha regalato una felicità mai provata. Un passo alla volta, è riuscito, infatti, a farsi strada tra le sue paure, insegnandole cosa significhi davvero fidarsi. Vivere. E amare. Ma, all'improvviso, il passato di Sage è tornato, travolgendo ogni cosa. Anche la storia con Luca. Il suo sguardo glaciale e la sua ultima parola sono ancora impresse a fuoco nella memoria e nel cuore di Sage. Sparisci. Ogni giorno che passa senza di lui, Sage si sente come se le mancasse una parte di sé. Dimenticarlo sembra impossibile, nonostante gli sforzi. Un giorno, però, a sorpresa, Luca si presenta alla sua porta e le chiede di tornare. La situazione è più confusa che mai. Ma, a volte, c'è solo un modo di superare le proprie paure: insieme.

RECENSIONE:

Never non perdermi riprende esattamente dalla conclusione di: Never non lasciarmi.
Sage, ha lasciato Luca e ora si trova in un motel, travolta da mille emozioni.
Divisa per aver ferito Luca, in tensione per Alan, per il suo patrigno che possa venire a prenderla e riporta nel Maine e con il timore di aver perso l’amicizia di April per aver ferito Luca, suo fratello....
Dopo cinque mesi è punto e accapo, sola, senza soldi e senza una casa.

lunedì 4 marzo 2019

REVIEW PARTY : A un metro da te di Rachael Lippincott

Come puoi amare qualcuno che non puoi nemmeno sfiorare? A Stella piace avere il controllo su tutto, il che è piuttosto ironico, visto che da quando è bambina è costretta a entrare e uscire dall'ospedale per colpa dei suoi polmoni totalmente fuori controllo. Lei però è determinata a tenere testa alla sua malattia, il che significa stare rigorosamente alla larga da chiunque o qualunque cosa possa passarle un'infezione e vanificare così la possibilità di un trapianto di polmoni. Una sola regola tra lei e il mondo: mantenere la "distanza di sicurezza". Nessuna eccezione. L'unica cosa che Will vorrebbe poter controllare è la possibilità di uscire una volta per tutte dalla gabbia in cui è costretto praticamente da sempre. Non potrebbe essere meno interessato a curarsi o a provare la più recente e innovativa terapia sperimentale. L'importante, per lui, è che presto compirà diciotto anni e a quel punto nessuno potrà più impedirgli di voltare le spalle a quella vita vuota e non vissuta, un viaggio estenuante da una città all'altra, da un ospedale all'altro, e di andare finalmente a conoscerlo, il mondo. Will è esattamente tutto ciò da cui Stella dovrebbe stare alla larga. Se solo lui le si avvicinasse troppo, infatti, lei potrebbe veder sfumare la possibilità di ricevere dei polmoni nuovi. Anzi, potrebbero rischiare la vita entrambi. L'unica soluzione per non correre rischi sarebbe rispettare la regola e stare lontani, troppo lontani, uno dall'altra. Però, più imparano a conoscersi, più quella "distanza di sicurezza" inizia ad assomigliare a "una punizione", che nessuno dei due si è meritato. Dopo tutto, che cosa mai potrebbe accadere se, per una volta, fossero loro a rubare qualcosa alla malattia, anche solo un po' dello spazio che questa ha sottratto alle loro vite? Sarebbe davvero così pericoloso fare un passo l'uno verso l'altra se questo significasse impedire ai loro cuori di spezzarsi?

RECENSIONE:


Stella non può vivere una vita "normale" come le sue coetanee, da circa dieci anni è affetta  dalla fibrosi cistica.

Cosa comporta per lei questa malattia?

Anche un semplice mal di gola,può essere pericoloso per lei.

E quando succede è costretta a mettere in standby la sua vita e trascorrere qualche settimana in ospedale per farsi curare.
Ora frequenta l'ultimo anno del liceo e insieme alle sue migliori amiche, Camila e Mya dovevano partire per una gita con la scuola, ma purtroppo la sua malattia le impone di tornare in ospedale per (come dice Stella) "una messa a punto".

giovedì 28 febbraio 2019

REVIEW PARTY : Non chiedermi di amarti di M. Maxwll


A vent’anni tutte sognano l’amore eterno. Ma Nora non sogna: lei, il principe azzurro, l'ha trovato in Giorgio ed è convinta che la loro unione sia destinata a durare per sempre. E invece Giorgio, dopo vent'anni di matrimonio e al compimento dei (fatidici?) quarant’anni, perde la testa per un'affascinante ventenne e se ne va di casa.  Nora è sconcertata e ferita, ma soprattutto è terrorizzata all’idea di dover ricominciare tutto da capo. Però la vita a volte restituisce più di quello che prende…
Grazie al sostegno di Chiara, la sua migliore amica, Nora recupera lentamente la fiducia in se stessa e trova il coraggio di trasformare la sua passione per la fotografia in lavoro. È così che incontra Ian, un ragazzo affascinante, premuroso, che la fa sentire speciale. Ian, però, è molto più giovane di lei. Nora esita: sa quanto dolore può venire da una relazione, specialmente quando la differenza di età è così marcata. Riuscirà Ian a convincerla di essere l’uomo giusto per lei? E Nora finirà per dirgli Non chiedermi di amarti, rinunciando, magari per sempre, alla possibilità di essere felice?

RECENSIONE:

Ho letto "Non chiedermi di amarti di Megan Maxwell in poche ore, mi sono ritrovata coinvolta in questo libro, non riuscivo a staccarmi dalle sue pagine, un capitolo ne chiamava subito un altro. 
Nora è una ragazza italo spagnola, si sposa molto giovane, ha 20 anni, con Giorgio.

martedì 26 febbraio 2019

REVIEW PARTY: Tante stelle, qualche nuvola di Mattia Ollerongis

Miriam, capelli ricci, rossi e selvaggi, è un'anima fragile e ribelle quanto basta. In venticinque anni ha fatto principalmente due cose: studiato giornalismo e amato Antonio. Ma, a un passo dall'avverarsi del suo sogno più grande, il mondo le crolla addosso. Una vita intera cancellata in ventiquattr'ore. E all'improvviso si trova catapultata in una città tutta nuova. Una città dove ricominciare da capo, Trieste. Qui incontra Davide, un aspirante scrittore, anche lui solo con i suoi disastri. A Miriam basta un attimo per innamorarsi di quel ragazzo dalla voce dolce, delicata, che, nonostante tutto, riesce a tranquillizzarla. Forse è lui la cura. Forse è lui ciò di cui ha più bisogno ora. Forse è lui quello in grado di sistemare il suo caos. Tra una birra vista mare e un bacio rubato, ha inizio la loro bellissima storia d'amore. Tutto sembra andare a meraviglia, finché, un giorno, a Davide si presenta l'occasione della vita e decide di partire per gli Stati Uniti per inseguire una stella cometa. Sembra la fine, eppure il vero amore trova sempre il modo di ritornare, come una carezza al momento giusto. Con le sue poesie, Ollerongis ha conquistato su Instagram centinaia di migliaia di follower, in costante crescita, giorno dopo giorno. Ora è pronto a esordire in libreria con il suo primo romanzo, Tante stelle, qualche nuvola: una storia romantica e poetica dedicata a tutti coloro che credono all'amore e sono lì, in attesa di chi saprà restare.

RECENSIONE:

Come può una mattina iniziare bene, grazie ad una telefonata che annuncia che il proprio sogno diventa realtà (diventare giornalista), trasformarsi dopo poco in un incubo?

giovedì 14 febbraio 2019

RECENSIONE: Non dimenticare di B. A. Paris


Erano giovani, impulsivi e innamorati. Si conoscevano da pochi mesi, eppure erano certi che sarebbero rimasti insieme per sempre. Poi c’era stata quella vacanza in Francia. Durante il viaggio di ritorno, Finn si è fermato a una stazione di servizio e, per qualche minuto, ha lasciato Layla sola in macchina. Quando è tornato, lei era scomparsa. Questo è ciò che Finn ha raccontato alla polizia. Ed è la verità. Ma non è tutta la verità… Dodici anni dopo, Finn è un uomo diverso, più maturo e sicuro di sé. Sebbene il ricordo del suo primo amore non lo abbia mai abbandonato, lui ormai si è costruito una nuova vita, trovando conforto tra le braccia di Ellen, la sorella di Layla. Insieme, i due sono riusciti a esorcizzare il passato, si sono trasferiti fuori città e adesso hanno deciso di sposarsi. Ma, all’improvviso, la serenità di Finn viene turbata da due episodi inquietanti. Prima la telefonata del suo anziano ex vicino, che sostiene di aver visto una donna identica a Layla aggirarsi nel quartiere. Poi, la sera, Ellen che stringe tra le mani la bambola più piccola di un set di matrioske. Lei dice di averla trovata sul marciapiede, davanti al vialetto d’ingresso. Per Finn, quell’oggetto ha un significato preciso. Possibile che Layla sia tornata? Possibile che la sua paura peggiore stia per diventare realtà? E il dubbio che qualcuno abbia scoperto il suo segreto si trasforma in ossessione quando lui stesso trova un’altra piccola bambola sul muretto di casa. E un’altra ancora sul cofano dell’auto, qualche giorno dopo. E questo è solo l’inizio…

RECENSIONE:


Finn e Layla ci sono conosciuto quando lui aveva 27 anni e lei 18.
Layla si è da poco trasferita a Londra dalla Scozia, in Scozia Layla ha lasciato un passato che vuole dimenticare. 
Finn è molto bravo nel suo lavoro, ma ha un carattere scontroso, ma per Layla è un principe azzurro infatti Finn le ha offerto un tetto, quando Layla non riusciva a trovarlo. 
Una sistemazione per Layla che doveva essere provvisoria si trasforma in qualcosa di più duraturo quando Finn si innamora di lei.  
Layla che non sa cosa vuole dire sentirsi amata e desiderata, si lascia trascinare dall'amore di Finn.

martedì 12 febbraio 2019

II Tappa BLOGTOUR: In un solo grammo di cielo di Chiara Iezzi - Disturbi alimentari

Emily l’ombrosa. Emily la solitaria della 4B. Emily la silenziosa dai capelli rosso fuoco. Nessuno, tranne lei, sa cosa si prova ad aver perso i genitori in un incidente stradale di cui è stata l’unica sopravvissuta. E nessuno può immaginare come ci si senta ad avere diciassette anni e vivere sotto lo stesso tetto con Milda, la zia acquisita, una macellaia dai modi burberi che la tratta come una novella Cenerentola, e in compagnia di sua figlia Greta, una ragazza che è l’esatto contrario di Emily: popolare a scuola, formosa, spregiudicata.
Tutto sembra destinato a rimanere così com’è, fin quando un giorno Emily – che da tempo mangia ormai troppo poco – perde le forze e viene affidata alle cure di un centro per ragazze con disturbi alimentari.
Lì, tra amicizie, inimicizie e nuove esperienze, scopre di avere dentro un’energia pronta a esplodere. Spetterà a lei decidere cosa farne: spingersi ancora di più verso il baratro o affrontare finalmente se stessa?
Chiara Iezzi scrive un romanzo sorprendente, in cui la protagonista ha la potenza dell’eroina di una fiaba, e il male esiste e si presenta con diverse forme. Ma può anche essere combattuto.

 
Emilia Rizzi anzi Emily come vuole essere chiamata lei, in onore di Emily Dickinson, la sua poetessa preferita, all’età di 11 anni purtroppo perde i genitori, va a vivere con Milda e sua figlia Greta, le uniche parenti rimaste. Emily dopo la morte dei suoi genitori si chiude in se stessa, decide di non parlare più e inizia a contare le calorie dei cibi che mangia, lei dice che non è anoressica, lei vuole semplicemente restare così com’è, non  vuole mettere su neanche un grammo..

REVIEW PARTY: Alita. Angelo della battaglia di Pat Cadigan


26° secolo. La Città di Ferro è un luogo senza speranza. Nella discarica di rottami, una giornata sta per terminare come tutte le altre quando il dottor Ido trova il corpo semidistrutto e apparentemente senza vita di una ragazza cyborg, costruito con una tecnologia sofisticatissima ormai perduta nella notte dei tempi. La convinzione che in lei risiedano l'anima e il cuore di una combattente dal passato straordinario spingono il dottore a cercare di riportarla in vita donandole un nuovo corpo e un nome: Alita. Al risveglio, la ragazza non ha alcuna memoria del suo passato e non conosce nulla del suo presente, anche se sente dentro di sé una forza immensa che preme per esplodere. Il dottor Ido lo sa e, proprio come un padre, cerca di proteggere Alita non solo dalla violenza, dall'ingiustizia e dalla corruzione che imperversano nella Città di Ferro, ma anche dalla stessa potenza distruttrice che la ragazza nasconde in sé. Ma il passato non si può dimenticare e, grazie all'amore per il ribelle Hugo, Alita ritrova la sua vera identità e decide di impiegare tutta la sua potenza per combattere il male. Come un angelo della battaglia, pronto a vegliare sui giusti e a lottare al fianco dei più deboli per un mondo migliore.

RECENSIONE:

Il cyber-chirurgo Dyson Ido dopo una lunga giornata passata a curare i suoi pazienti della sua clinica, quando il sole tramonta va nella discarica di Zalem per scavare sotto una pila di rifiuti. Cerca qualcosa di recuperabile.

lunedì 11 febbraio 2019

REVIEW PARTY : Donna perfetta di Magda Stachula


Bella, colta, indipendente, Anita ha trent'anni e una vita apparentemente perfetta. Finché il suo matrimonio con Adam non entra in crisi: i due non riescono ad avere un figlio, e poco a poco quello che per Adam è un desiderio, per Anita diventa una vera e propria ossessione. Lavorando su internet, Anita non esce quasi più di casa e passa le giornate cercando online giocattoli e vestitini per il suo bambino. Bambino che però, nonostante le cure per la fertilità consigliate dalla ginecologa, continua a non arrivare. La sua unica distrazione ormai è spiare il mondo esterno attraverso l'occhio delle webcam situate nelle varie città. Intanto Adam, esasperato dagli sbalzi di umore e dagli improvvisi scatti di rabbia della moglie, passa sempre più tempo fuori casa e cerca consolazione altrove. Finché nell'appartamento cominciano a succedere cose strane... Anita trova un vestito nell'armadio che non ricorda di aver mai avuto: è sicura che non sia suo. E di lì a poco, nella sua borsa, compare un rossetto. A chi appartengono quegli oggetti? Suo marito ha portato in casa un'altra donna? Oppure è tutto frutto della sua paranoia, come sostiene Adam? Sta impazzendo, o davvero qualcuno sta tentando di insinuarsi nella sua vita facendo leva sulle sue insicurezze?

RECENSIONE:

Anita e Adam sono sposati da qualche anno, sono una bellissima coppia, si potrebbe invidiarli, sono belli, si amano. 
Da circa due anni cercano di avere un figlio, ma purtroppo ogni mese il risultato è sempre negativo.... questo fatto pian piano li allontana.