lunedì 3 aprile 2017

RECENSIONE: Passenger di Alexandra Bracken



In una terribile notte, Etta Spencer – giovanissima violinista – perde tutto quello che conosce e ama. Catapultata all’improvviso in un mondo sconosciuto, ha un’unica certezza: non ha viaggiato per chilometri, bensì per secoli. La sua famiglia, infatti, possiede la capacità di viaggiare nel tempo. Un’abilità di cui lei ha sempre ignorato l’esistenza. Fino ad ora. Passeggera a sorpresa su una nave nel bel mezzo dell’oceano, e disposta a tutto per ritornare al proprio tempo, Etta inizia una straordinaria avventura attraverso secoli e continenti, in compagnia di Nicholas, il capitano della nave. Ma i suoi tentativi per trovare la strada di casa non fanno che trascinarla sempre più a fondo. Per sopravvivere dovrà imparare a navigare tra spazio, tempo, tradimento e amore.


RECENSIONE:


"Hai una scelta lo sai? C'è sempre una scelta" 

Henrietta Spencer è una ragazza normale, di 17 anni vive a New York con sua madre Rose e la sua insegnante di  violino Alice. 
Henrietta, Etta ama suonare, ama il suo violino, ma purtroppo la sua timidezza, insicurezza non le hanno ancora permesso di suonare davanti ad un pubblico, anche se Etta suona divinamente. 
Finché una sera Etta si fa coraggio è finalmente ci sarà finalmente il suo debutto. 

Etta mentre sta suonando, improvvisamente sente una musica, che nessun'altro a parte lei sembra sentire, segue questa musica e nel giro di poco la sua vita cambierà... vede la sua insegnante Alice morire davanti ad i suoi occhi, poi una ragazza la spinge e viene catapultata su una nave in mezzo all'Oceano Atlantico nel 1776. 
Scoprirà poi, che la ragazza si chiama Sophie, una volta che è sulla nave Sophie ordina a Etta di non girare per la nave. 
Visto che Sophie non risponde in modo chiaro alle domande di Etta, la ragazza decide di trovae le risposte da se e inizia a ispezionare la nave, durante una delle sue esplorazione incontra Nicholas, il capitano della nave. 
Il ragazzo risponde alle sue domande così Etta viene a conoscenza  che è una viaggiatrice come lo è Nicholas. Etta però scopre molto altro, Nicholas è stata ingaggiato da Mr Ironwood affinché gli porti Etta
Mr Ironwood vuole parlare con la ragazza perché la madre di Etta, Rose, viaggiatrice anche lei, gli ha rubato un oggetto per lui molto importante, impone quindi a Etta di scoprire dove la madre ha potuto nascondere questo oggetto, se la ragazza non accetta e non gli consegnerà l'oggetto non rivedrà mai più Rose, in quanto si trova nella mani di Mr Ironwood
Cosa centra Nicholas in tutta questa storia?
Per aver la sua libertà deve assicurarsi che le due ragazze giungano a destino  e poi che Etta porti l'oggetto a Mr Ironwood
Ma più il ragazzo conosce Etta e più i suoi desideri vengono messi in discussione è attratto da lei, dalla sua testa dal suo modo di essere.
Etta e Nicholas per recuperare l'oggetto rubato da Rose dovranno viaggiare in epoche diverse e visitare luoghi nuovi, dovranno seguire gli indizzi di Rose. 
Etta è una ragazza del ventunesimo secolo, quindi con una mentalità apertà, si ritrova a vivere e a viaggiare in epoche mai conosciute o studiate solo sui libri di storia, è un ragazza dolce sensibile, non ha mai vissuto o lottato nella sua vita...in queso viaggio non solo dovrà lottare per la sua vita ma anche per la vita di sua madre. 
Nicholas è il suo opposto, è un ragazzo di colore nato e cresciuto nel 700 il suo unico desiderio è la liberà, vuole essere conosciuto e ricordato per quello che è per le cose che fa e non giudicato solo per il colore della sua pelle. 
Queste differenze comunque non impediranno ai due ragazzi di essere attratti l'uno dall'altra, ma hanno paura a lasciarsi andare. Una volta che Etta avrà trovato l'oggetto, tornerà nel ventunesimo secolo, mentre Nicholas potrà finalmente  navigare per i mari che tanto ama. 
Le qualità di questo libro senza ombra di dubbio sono gli scenari spettacolari, la scrittrice li descrivere così minuziosamente che parecchie volte ho avuto la sensazione di essere catapultata insieme a Etta e Nicholas in questi  scenari in epoche così diverse dalla mia.   In questi libro non ci sono solo segreti, romanticismo ma anche inseguimenti, perché non solo Mr Irowod vuole l'astrolabio (l'oggetto rubato da Rose) ma sulle tracce di Etta si sono anche altre persone, cattive e calcolatrici  forse anche di più di Mr Irwood
E' un libro sicuramente fantasy ma con una dose di tensione molto alta.




 Image and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPicImage and video hosting by TinyPic         

3 commenti:

  1. Ciao Claudia
    Lo leggerò a breve, non vedo l'ora di cominciarlo! ;)

    RispondiElimina
  2. Anche io lo leggerò a breve, mi è appena arrivato *_*

    RispondiElimina